L’atmosfera

Halloween si avvicina, le case si addobbano di un color arancione sgargiante, luci e piccoli oggetti a forma di teschio o zucca. I paesini a breve si popoleranno di piccole streghe e piccoli mostri, mentre “dolcetto o scherzetto” la farà da padrone. Ogni anno quando questa ricorrenza si avvicina, la mia mente inizia a vestirsi a festa, è una sorta di preparazione al periodo natalizio, una piccola entrée a quel trionfo di luci, colori, profumo di vaniglia e cannella che caratterizza dicembre.

Idealmente Halloween porta con sé l’autunno; è come se la notte di Samhain fosse il cancello d’ingresso della nuova stagione più dell’equinozio. Le ore di luce diminuiscono, gli alberi si colorano di rosso-giallo-marrone, le foglie a mano a mano cadono rivestendo come un tappeto colorato ogni cosa; il clima si raffredda e la pioggia diventa più insistente.

Non sono una fanatica delle feste in senso stretto, non ho travestimenti né stoviglie né tovaglie a tema. Quello che adoro è il poter cogliere ogni occasione, in semplicità, per celebrare momenti di relax, consapevolezza e godermi il tempo con la mia famiglia. Questo è possibile, in piccolo, farlo ogni giorno, ma l’occasione di una ricorrenza è l’opportunità di calarsi nell’atmosfera che essa porta con sé e vivere qualcosa di nuovo.

Ecco quindi che le tisane diventano ai frutti rossi, i tagliabiscotti prendono forma di pipistrelli e teschi, i film diventano “paurosi” e i libri non sono da meno! Per ogni stagione infatti, non solo metereologica ma anche e soprattutto della propria vita, è divertente giocare con le trame e le tematiche dei libri. Lo trovo un ottimo metodo per non fossilizzarsi sempre sulle solite letture e aprire il proprio carattere e la propria mente a qualcosa di diverso.

Libri e biscotti, un binomio perfetto

Non mi stancherò mai di dire che il riuscire a riconoscere nei piccoli attimi della nostra quotidianità la meraviglia che vi è racchiusa, è la felicità. Le occasioni vanno sempre prese al volo e su questo suppongo che siano tutti d’accordo, allora perché non cogliere al volo anche l’occasione di poter creare dei piccoli istanti di immensa felicità nella propria giornata? Io cerco di costruirne tanti, più che posso e diversi tra loro. Uno di questi è rappresentato dal binomio libri-biscotti. Solo al pensiero di questo accostamento la mia mente si rilassa all’istante.

Già mi pregusto la soddisfazione di impastare la frolla, sentire quel profumo di cacao e vaniglia che invade la cucina e coccola i sensi, infornare le teglie piene di dolci formine e attendere leggendo un libro. Cucinare è una forma di amore per le persone con le quali condividi la vita e trovo meraviglioso creare qualcosa di profumato, fragrante e gustoso per le persone che amo.

Come è meraviglioso poi concedersi qualche momento di relax seduta sul divano a mangiare biscotti e leggere. Potrei trascorrere ore intere così senza nemmeno accorgermi del tempo che passa! In un mondo in cui il tempo personale si assottiglia sempre di più, trovo che questo sia il vero lusso. E mi piace cogliere l’arrivo di Halloween come occasione per riempire la cucina di pipistrelli ricoperti di cioccolato, dolci zucche con i pistacchi e teschi un po’ malandati. Ma veniamo ai libri…

Ecco cosa leggere

Dai Thriller ai Gialli, dall’Horror al Black humor tutto fa atmosfera e aiuta a calarsi nel mood di Halloween. Ma cosa leggere? Inutile citare Stephen King che è forse il primo autore che salta alla mente pensando a temi horror, la sua produzione tra racconti, romanzi e sceneggiature è praticamente infinita, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Il Libraio, in un bellissimo articolo di qualche giorno fa, inoltre consiglia: L’uomo del labirinto di Donato Carrisi; The chain di Adrian McKinty, che è stato definito dallo stesso Stephen King come “spaventoso, travolgente, originale” (e se lo dice lui gli dobbiamo credere); Presenza Oscura di Wulf Dorn; Qualcosa di personale di James Patterson. A proposito di Black humor consiglio Hot love infernodi Nicky Blue, purtroppo è solo in inglese, ma è comunque facile da comprendere e decisamente “black”.

A mio avviso poi tutti i Gialli sono da considerarsi parte integrante del mood di questo periodo. Insomma un classico di Agatha Christie o di Edgar Wallace ha sempre quella suspense perfetta che ti tiene incollato alle pagine finché non è finito il libro. Quindi: chi più ne ha più ne legga!

Sereno Halloween e buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *