Recensione del libro SC e la maledizione del terzo occhio di Emanuela Molaschi.

Un libro magico, nel vero senso del termine.

La notte prima della terza prova del torneo, SC dormì tranquilla nel suo letto a baldacchino, cullata dal suono del vento del nord che scivolava contro le finestre.

Ho avuto il piacere di leggere questo libro quasi per caso, grazie a una serie di fortunati eventi e devo dire di averlo apprezzato molto! Nonostante il progetto iniziale nasca come fan fiction, nel leggerlo si viene comunque trasportati in un mondo unico, originale, con personaggi ben caratterizzati e creature buffissime come i Toporicci; anche se sinceramente io preferirei avere un Germoglietto (leggendolo ne capirete poi il motivo!).

Fin dai primi capitoli ho avuto la bella impressione di essere guidata come da un cantastorie all’interno delle vicende che, onnisciente, spiega e svela ogni avvenimento. La narrazione è varia, composta da dialoghi e canzoni, piena di colpi di scena.

Una tra le cose che fanno riflettere è la presenza di un’entità divina in un mondo magico. SC, la protagonista, infatti si rivolge a una sorta di essere superiore, il “Cielo” in momenti di particolare sconforto. Questo porta l’attenzione su come alla fine, anche una persona dotata di poteri magici abbia bisogno di un qualcosa più grande di lei in cui credere e a cui affidare i propri timori. A questo proposito nel prologo si trova una bellissima spiegazione dell’autrice sul motivo per cui è stata inserita questa entità in un mondo magico.

 I titoli dei capitoli spesso sono molto ironici e mi sono ritrovata a ridere in diverse parti del libro. Ma questo è anche un romanzo di formazione in cui amicizia, amore, magia, paura e mistero si mescolano creando una storia avvincente.

Ecco la verità. Ora lo sapeva, come avrebbe potuto scegliere? La vita di un mago era orribile.

La protagonista dovrà affrontare molte situazioni difficili di crisi interiore per arrivare a scoprire veramente chi è e quali sono le sue capacità. Insomma, nel mondo magico di “Wishp” non ci si annoia mai e potrete scoprirlo insieme ai personaggi.

Buona Lettura!

Cliccando qui potrete visitare direttamente il blog della scrittrice.

Date uno sguardo anche al gruppo fan sulla pagina Facebook!

Per visitare la pagina della casa editrice ed acquistare il libro (disponibile anche in e-book) clicca qui.

Per leggere altre recensioni vai nella sezione dedicata.

2 thoughts on “SC e la maledizione del terzo occhio – Emanuela Molaschi”

  1. Ciao sono Emanuela, come con chi mi recensisce lascio i miei ringraziamenti. Sono davvero contenta che tu abbia apprezzato la storia nel modo in cui l’ho amata io. Grazie per i link inseriti e la spiegazione su i cieli che non viene considerata ma è un elemento importante. Alcune spiegazioni che hai dato usando alcune parole mi hanno fatta pensare ad una vecchia canzone che ho imparato da piccola e già mi era stato spiegato il significato. Ho pensato a “Alla fiera dell’est” che mostra come nessuno in realtà sia più forte perché c’è sempre qualcuno sopra di lui che può schiacciato ma anche aiutarlo. Allo stesso modo penso anche a “Il dono del cervo.” La capacità dei personaggi di sacrificarsi per amore e amicizia è enorme. Adesso che mi hai ispirato una nuova colonna sonora per la storia siamo a posto. Mi succede. Complimento per avermi capita senza conoscermi a fondo. Hai un animo buono e intelligente che ti aiuterà in questo lavoro.
    Non ho parole per ringraziarti, dovrei dedicarti una canzone. Quando sono in queste condizioni vuol dire che davvero mi hai toccato il cuore . Appena il telefono me lo permetterà condividerò la recensione sul blog e sulla pagina. Spero che il telefono non abbia fatto troppi errori. Come sai a volte non mi fa aggiustare le parole che cambia.

    1. Grazie a te Emanuela per aver scritto questo libro e aver portato la magia della tua fantasia alla portata di tutti. Ancora grazie per il bellissimo commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *